venerdì 1 febbraio 2019

5 suggerimenti per aiutare i bambini che masticano tutto

Hai mai visto bambini che sembrano di masticare tutto?


Alcuni ragazzi masticano il colletto della camicia, i capelli, le dita di mani e piedi, l'orlo della manica o il laccio della felpa. Altri ragazzi sono attratti da articoli più duri e più resistenti, come le matite, le suole delle scarpe, la parte posteriore del divano, il muro a secco o il calcestruzzo. Masticare  oggetti non alimentari non è "cattivo" in sé.

Gli oggetti in bocca e la masticazione fanno parte della sequenza naturale di sviluppo quando i bambini stanno cominciando a esplorare e conoscere la propria fisicità e il loro mondo nei primi anni di vita.

Mordicchio per matita
La masticazione può essere utile anche per bambini più grandi. L'ingresso sensoriale "pesante" fornito alla bocca e alla mascella quando si mastica (conosciuto come propriocezione) può contribuire a calmare il sistema nervoso quando è sovrastimolato, irascibile  o sopraffatto (come le persone che si mordono le unghie quando sono nervose, vero?). Può aiutare a "riavviare" il sistema nervoso quando si annoia o ha bisogno di ulteriori input sensoriali, specialmente se il bambino è un cercatore sensoriale o è stato seduto o inattivo per un pò. La masticazione può anche aiutare i bambini a concentrarsi quando hanno bisogno di focalizzarsi o bloccare distrazioni o fattori stressanti nel loro ambiente.

Anche se può essere un bene in alcuni casi, la masticazione può trasformarsi in  un problema quando diventa un obiettivo primario che impedisce al bambino di poter partecipare ad attività funzionali e quotidiane (come giocare, utilizzare le proprie mani o partecipare a cura di sé, eseguire compiti come spazzolare i denti).

La masticazione può anche diventare un motivo di preoccupazione se inizia a causare lesioni personali (masticando unghie o pelle al punto di sanguinare), distruggere oggetti (come matite, abbigliamento o mobili)  espone i bambini a potenziali soffocamenti con sostanze chimiche (come  pezzi di matita, gomma, muro a secco o calcestruzzo).
Masticabili Ark Grabber


Allora, cosa puoi fare per aiutare il bambino che ha bisogno di masticare?


Ecco cinque suggerimenti per aiutare i bambini che sembrano masticare di tutto:

1. Provate a capire il perché del bisogno di masticare

Qual è la causa principale? A volte può essere una domanda da un milione di dollari. La masticazione del bambino sembra emergere di più quando è ansioso, sovrastimolato o annoiato? Sta prendendo attualmente farmaci che possono provocare un aumento del bisogno di masticare? È carente di sostanze nutritive (controllare con il medico di base del bambino)?
Sembra che sia generalmente in cerca di ingenti sensazioni sensoriali (input propriocettivi) per via orale, sia perché lo desidera, o non è cosciente di ciò che sta succedendo? La masticazione (e altri tipi di abitudini come succhiare) è una strategia che il corpo può usare per calmarsi e organizzarsi, per cui può essere utile cercare modelli o cause potenziali del comportamento masticante.

2. Fornite maggiori opportunità per il lavoro "pesante" del corpo ogni giorno

Braccialetto Dr. Finger
Quando i ragazzi si arrampicano, si scontrano, giocano alla guerra, saltano su un trampolino, rimbalzano su una palla, tirano un carretto,  portano un cestino pieno di biancheria, forniscono "ingressi pesanti" alle articolazioni e ai muscoli, chiamati "input propriocettivi".  Questi tipi di attività sono anche chiamati "lavori pesanti" perché attivano i muscoli e le articolazioni attraverso un lavoro attivo e pesante ...  I terapeuti professionisti amano le attività di lavoro pesanti perché forniscono l'organizzazione e la collocazione dell'input sensoriale al cervello, in particolare per i bambini che lottano con la corretta elaborazione delle informazioni sensoriali.
Se tuo figlio sta masticando perché sta cercando uno stimolo propriocettivo per via orale, c'è una buona probabilità che la bocca non sia l'unica parte del corpo che ne ha bisogno. Se il tuo bambino segue un programma terapeutico, devi collaborare con il terapista occupazionale per creare un programma giornaliero di attività sensoriali e di giochi mirati (spesso definite come "dieta sensoriale")

3. Fornire opportunità per aumentare l'input propriocettivo alla bocca mangiando cibi croccanti e gommosi e bevendo attraverso cannucce.

Gli alimenti che sono croccanti o gommosi possono contribuire a fornire un grosso contributo alla mascella e alla bocca, che il bambino cerca quando mastica oggetti non alimentari. Così può essere utile inserire nella dieta cibi croccanti e/o gommosi nelle loro merende e pasti per dare al sistema nervoso ciò che sta cercando - l'input propriocettivo orale. Esempi di cibi croccanti possono comprendere, crostini, patatine, carote, mele, fiocchi di granturco, ghiaccioli o addirittura pezzetti di pasta secca (basta fare attenzione a non provocare piccole ferite al'interno della bocca). Alcuni esempi di cibi gommosi che rendono la mascella, la bocca e la lingua veramente forti possono includere la nutella, ficchi secchi, datteri, liquirizia o la buccia della frutta. Cibi e bevande che richiedono la suzione possono fornire moltissimi ingressi di lavoro pesante per via orale e possono anche aiutare i bambini a concentrarsi e aumentare la loro attenzione.

4. Fornire opportunità per aumentare l'input propriocettivo alla bocca con articoli non alimentari.
Masticabili gommosi - sicuri affidabili
Dal momento che non vogliamo che i nostri bambini mangino tutto il giorno, è importante pensare a modi alternativi e non alimentari per fornire un input pesante alla bocca.
Esistono svariati tipologie di giocattoli e strumenti di terapia là fuori che possono fornire questo tipo di input orale.
I giocattoli e le attività che forniscono un buon input propriocettivo e il lavoro pesante orale includono palloncini da gonfiare, fischiettikazoo , armoniche, flauti ...  Anche i giochi di soffio con la cannuccia sono divertenti, come questo  Gioco del soffio una sfida per due che devono soffiare tramite una semplice cannuccia una biglia nel territorio avversario. Gli articoli di terapia masticabile possono essere una buona opzione per i bambini che potrebbero avere difficoltà a partecipare al gioco orale (non possono coordinare i movimenti orali o non capiscono cosa fare) o chi ha bisogno di un input orale pesante più intenso. E infine, uno spazzolino da denti vibrante  può essere uno strumento INCREDIBILE per i bambini che masticano costantemente. Fornisce un input sensoriale più intenso rispetto al semplice spazzolamento con uno spazzolino da denti classico, dando essenzialmente alle gengive un piacevole massaggio.

5. Fornire opportunità per aumentare l'input propriocettivo alla bocca attraverso oggetti indossabili e masticabili.

Sto parlando di collane e braccialetti adatti ai bambini, appositamente studiati per i ragazzi e adolescenti con bisogno di masticare.
Collane masticabile


Giocotherapy offre un'ampia gamma di strumenti e piccoli gioielli che possono fornire questo tipo di input orale propriocettivo,  per soddisfare i bisogni dei bambini e adolescenti, come alternativa sicura alla masticazione dei vestiti, matite.....
Collane masticabili  Ark 


Terapisti occupazionali e logopedisti spesso si trovano a cercare strumenti masticabili, per sostenere le famiglie o gli studenti con cui stanno lavorando. Giocotherapy vi mette a disposizione  simpatici e affascinanti masticabili gommosi gioielli  o massaggiatori orali  per bambini e ragazzi.
Gli articoli da masticare possono essere particolarmente utili per i bambini dal età prescolare in su, che amano masticare durante il gioco o l'apprendimento e hanno bisogno di un'alternativa sicura alle loro dita, lacci dei  vestiti o matite.
 masticabili gommosi sono in genere adatti a tutti i bambini, dai masticatori lievi o moderati che possono essere soddisfatti dalla masticazione di articoli morbidi e flessibili,  a coloro che cercano input propriocettivi orali molto intensi, grazie al fatto che sono realizzati con materiali conformi alla normativa FDA, resistenti al'usura, di varia consistenza, che va dal morbido al durissimo, senza fori o fessure in cui si potrebbero annidare batteri o saliva.

Su Giocotherapy troverete svariate soluzioni per i vostri bambini, studenti o pazienti, soluzioni che vanno dai masticabili gommosi adatti ai più piccoli, ai chewy tubes o grabber, colane masticabile, mordicchi per matite e penne vibrante.
Penna a vibrazione Tran-Quill-ARK





martedì 8 gennaio 2019

La Lota ed il lavaggio nasale


PERCHÉ FARE IL LAVAGGIO NASALE?


La pulizia nasale è parte della tradizione popolare in tutto il mondo; molti pescatori l'hanno usato; nello yoga, è noto come neti. L'irrigazione nasale salina è anche un trattamento riconosciuto nella scienza medica; molti medici ORL raccomandano la lota per i loro pazienti.



Il naso è la porta di ingresso delle vie respiratorie e svolge un’azione di filtro rispetto ad allergeni, inquinanti, polveri, virus e batteri.

Il neonato e il bambino piccolo non sanno soffiare il naso, inoltre la forma dell’orecchio, diversa da quella dell’adulto, rende più facile la
risalita del muco e delle secrezioni dal naso all'orecchio: quindi da un orecchio pieno di aria (normale) si passa a un orecchio pieno di catarro
(otite). Inoltre il muco e le secrezioni scendono dal naso alle basse vie respiratorie (bronchiti asmatiche, bronchiti catarrali e polmoniti).

Infine, se il piccolo è raffreddato o ha il naso un pò ostruito, avrà un sonno disturbato e potrà avere problemi a succhiare il latte. Una corretta igiene nasale è di fondamentale importanza, sia nel
trattamento di numerosa patologie respiratorie che nei casi di ipofunzionalità nasale su base anatomica e/o disfunzionale.

La pratica del lavaggio nasale è stata introdotta nel protocollo terapeutico logopedico dalla logopedista Dott.ssa Ana Bertarini, esperta nel trattamento miofunzionale ortodontico e nelle problematiche respiratorie dell’apnea notturna.

L’igiene nasale favorisce la ventilazione.
Si tratta di una tecnica antichissima (Jala Neti), dai benefici effetti, diretti e indiretti, a diversi livelli: dalla rimozione di impurità e secrezioni, all'azione antisettica; dalla riduzione di raffreddori, sinusiti,
infiammazioni, alla limitazione degli spasmi nell'asma bronchiale. Non è assolutamente dolorosa, anche se può sembrare una piccola tortura.
I bambini abituati a farla regolarmente la vivono come una normale prassi.
La tranquillità e la determinazione dei genitori sarà fondamentale per la riuscita.

PREPARAZIONE

Lota
Si riempie l’apposito contenitore, LOTA, provvisto di un beccuccio idoneo ad essere inserito nella narice senza procurare dolore o fastidio, con acqua calda a temperatura di almeno 37°/38° (ciascuno potrà adottare la temperatura dell’acqua in base alla propria tollerabilità pur tuttavia considerando che, a temperature più basse la sensazione di freddo sulle mucose può essere sgradevole). Si aggiunge un cucchiaino (da caffè) raso di sale da cucina sciogliendolo completamente, ottenendo, in questo modo una soluzione lievemente ipertonica (sia una quantità eccessiva che esigua di sale può non essere ben tollerata).
Il modello di lota presentato contiene circa 250ml di acqua, sufficiente per l’igiene quotidiana, inoltre presenta un beccuccio arrotondato che si adatta bene alle narici sia dei piccoli che dei grandi, oltre ad avere una fattura che facilita l’autonomia del piccolo paziente durante la pratica del lavaggio.
Nei bambini molto piccoli, si può effettuare il lavaggio nasale utilizzando una siringa con applicato un apposito beccuccio in gomma (nelle farmacie si possono trovare diversi modelli). Il bimbo può essere disteso su un lettino girato di fianco.

ESECUZIONE
In piedi, davanti al lavandino, far piegare la schiena in avanti e ruotare la testa di lato. Inserire delicatamente la parte arrotondata del beccuccio nella narice destra, l’acqua uscirà per caduta dalla narice opposta (in questo caso la sinistra). Si dovrà raccomandare al bambino di respirare solo con la bocca, tenuta leggermente aperta, senza deglutire.
Lavaggio nasale

L’acqua scorrerà attraverso la narice nelle cavità nasali, interessando per caduta e riempimento i seni paranasali e uscirà dalla narice opposta. Finito il lavaggio, si rialza la testa e si espira dal naso, con ambedue le narici aperte, prima di compiere un atto di deglutizione, quindi si soffierà il naso avendo l’accortezza di chiudere una narice per volta. Si ripete l’operazione dall'altro lato.
Se l’angolazione della testa e del contenitore sono corretti, l’acqua irrorerà i seni frontali e mascellari e fuoriuscirà dalla narice opposta senza passare dalla bocca.
Al termine del lavaggio, si procederà alla pulizia ed alla asciugatura del naso mediante qualche esercizio di soffio e di respirazione.

Al termine del lavaggio, cercate di avvertire il passaggio dell’aria attraverso le narici, inspirando con calma ed espirando in modo prolungato.




Massaggiatore facciale intraorale



COSA PUÒ ACCADERE
Può accadere che introducendo la lota in una narice, la cartilagine dell’altra narice si chiuda, basterà aprire la narice chiusa con le dita della mano in modo da non ostacolare il deflusso dell’acqua.
Può succedere che l’acqua non fuoriesca a causa di una secrezione ispessita e di vecchia data. In questo caso introdurre solo una piccola quantità di acqua in modo da ammorbidire le secrezioni, soffiare con forza dal naso senza premere le narici e ricominciare la pratica. Per le secrezioni più ostinate bisognerà, con pazienza, ripetere più volte la pratica.
Pian piano la soluzione idrosalina, sciogliendo le secrezioni, si farà strada e finirà per defluire regolarmente. Può succedere che gli occhi tendano ad arrossarsi (la soluzione irrora
MANUALE  TEORICO PRATICO DI TERAPIA MIOFUNZIONALE
anche il dotto naso lacrimale), ma questo effetto durerà solo qualche minuto. Può succedere di deglutire la soluzione idrosalina, questo perché, prima di soffiare dal naso, si è compiuto un atto deglutitorio. Ciò non comporta alcun problema tranne il fastidio provocato dal sapore dell’acqua
salata (come accade a volte con l’acqua di mare). Il bambino impara molto presto a coordinare la respirazione evitando che accada ancora. È opportuno che il primo lavaggio venga spiegato ed eseguito dal logopedista o da altra figura professionale che ne abbia la competenza.
Utilizzare una soluzione ipertonica minima (1 cucchiaino raso di sale in 250 ml di acqua) in quanto una dose eccessiva di sale non darà la sensazione di freschezza che genera il lavaggio.

Tratto dal libro della Dott.ssa Ana Bertarini, MANUALE  TEORICO PRATICO DI TERAPIA MIOFUNZIONALE metodi Bertarini a cura di  Anna Bosco



venerdì 28 dicembre 2018

Programma di esercizi oro-motori con il kit OraLight®


OraLight®
kit per esercizi oro-motori 


Il kit OraLight®  per esercizi oro-motori è un nuovo e promettente strumento terapeutico utile per il logopedista nell'individuare i deficit, il percorso riabilitativo nei pazienti con squilibri muscolari oro-facciali e massimizzare le possibilità di successo.

Il kit OraLight® può essere utilizzato sia nello studio del logopedista durante le sedute di terapia, sia dai pazienti a casa, onde fornire il massimo numero di ripetizioni dei movimenti corretti, nel modo da giungere all'esecuzione automatica del movimento appropriato. 
I pazienti sottoposti a questa terapia diventano fortemente motivati a portare a termine con successo la riabilitazione, grazie al feedback positivo nel miglioramento delle competenze funzionali offerte dal kit OraLight®.

Il kit OraLight®  per esercizi oro-motori ha come obiettivo il potenziamento della muscolatura linguale, labiale e delle guance nel modo da agevolare la coordinazione e le competenze neuromuscolari per la fonazione e la deglutizione. Gli strumenti da utilizzare per gli esercizi hanno forme e superfici di attivazione sul manico o sull'estremità che va ad appoggiarsi contro il palato, per dare un maggiore feedback sensoriale al paziente. Questo contribuisce a sua volta alla sincronizzazione dell'attività oro-motoria in  fase iniziale.

Il programma di esercizi per ciascuno dei quattro strumenti del kit prevede un esercizio basilare, se pertinente, e inoltre un programma di esercizi suggeriti per fare pratica.
 I dati derivati dal programma di esercizi basilari consentono al logopedista di formulare un protocollo personalizzato alle esigenze del singolo paziente. Inoltre, è possibile determinare il grado di funzionalità della muscolatura e della sua forza e resistenza all'inizio della riabilitazione. 

Il programma consente poi di misurare i progressi e di trovare l'esercizio più appropriato a ciascun livello di terapia, misurando i miglioramenti tramite ripetizioni dell'esercitazione basilare.

Il programma per ciascuno degli strumenti del  kit per la  riabilitazione comprende cinque sezioni:
  1. Movimento assistito
  2. Movimento contro resistenza
  3. Gamma di movimenti
  4. Precisione e accuratezza della fonazione
  5. Deglutizione

La descrizione dettagliata sull'utilizzo di ogni singolo strumento e di tutto il programma e riportata nel libro del kit OraLight®  per adulti e bambini:
Il  kit OraLight® per bambini contiene strumenti più leggeri e più piccoli che sono adatti ai bambini (età 6-12) :
Gli strumenti OraLight® presentano forme e consistenze idonee per la riabilitazione motoria orale e sono realizzati in plastica infrangibile di policarbonato.

Gli strumenti OraLight®  sono ideati per agevolare la terapia nei pazienti con disordini oro-motori. 
Gli esperti in logopedia hanno riconosciuto i vantaggi e i benefici ottenuti utilizzando il kit OraLight® per esercizi oro-motori in una vasta gamma di applicazioni cliniche. L'utilizzo degli strumenti OraLight è in grado di migliorare i risultati terapeutici nella gestione di:
  • Disartrie
  • Disfagie
  • Aprassie
  • Disturbi di articolazione
  • Disordini oro-motori
  • Riabilitazione post tumorale
  • Riabilitazione post laringectomia

  • I Kit sono disponibili su Giocotherapy 

Entra su http://www.giocotherapy.it/ e scopri i nostri prodotti per la logopedia:
 OraStim


giovedì 25 ottobre 2018

La Rieducazione Funzionale della Lingua


Materiali innovativi per un percorso facile e divertente


La Rieducazione Funzionale della lingua è finalizzata all'insegnamento di una deglutizione corretta nel caso in cui risulti viziata e crei problematiche posturali.

La Rieducazione Funzionale della lingua implica esercizi specifici per il recupero propriocettivo della lingua, esercizi per le strutture oro-facciali, esercizi di rieducazione dell’atto deglutitorio e tecniche di condizionamento cerebrale finalizzate alla cancellazione del vecchio schema deglutitorio a favore del nuovo.


Il percorso di Rieducazione Funzionale della Lingua è diviso in tre tempi terapeutici: 
  • esercizi per riequilibrare la muscolatura  linguale e oro-facciale a favore del movimento linguale corretto, 
  • esercizi di deglutizione corretta,
  • esercizi per il condizionamento cerebrale.
Giocotherapy viene al sostegno degli specialisti con nuovi prodotti all'avanguardia, semplici ma molto efficaci, studiati appositamente per favorire i movimenti linguali  che permettono esercizi strutturali nel quadro di un protocollo terapeutico riabilitativo logopedico della deglutizione atipica.


 Kit Guidalingua TalkTools
Kit Guidalingua TalkTools
Questi strumenti straordinari guidano i movimenti di lateralizzazione della lingua, elevazione e depressione per migliorare le capacità di alimentazione e la chiarezza del discorso. Il design del Guidalingua Talk Tools aiuta a migliorare la stabilità della mascella per facilitare il movimento indipendente della punta della lingua per la lateralizzazione attraverso la linea mediana e per l'elevazione e la depressione della punta della lingua. Può essere utilizzato anche per allungare il frenulo linguale e migliorare il controllo del bolo alimentare. Include un set di due strumenti e istruzioni per l'utilizzo.


Elevatore linguale LifteR™

L'Elevatore linguale LifteR è stato progettato per posizionare la lingua e facilitare un'articolazione accurata dei suoni alveolari e di qualsiasi altro suono che richieda l'innalzamento della lingua; Con la sua estremità sagomata e leggermente incurvata, supporta completamente e solleva la lingua. 
I gruppi di pazienti che trovano benefici dal utilizzo del 'Elevatore linguale LifteR  sono: bambini con disprassia, persone con difficoltà nella pronuncia dei suoni come "R", "L", "SH", "CH", "D"; pazienti adulti post-traumatici e pazienti con afasia e disartria.




Specchio Logopedia
Oro-Navigator ™ di ARK è uno strumento oro motorio  appositamente progettato per promuovere il movimento laterale della lingua. Usalo per accompagnare i movimenti linguali da un lato all'altro, per spiegare il concetto di lateralizzazione o  di innalzamento della lingua. Basta posizionare il L'oro-Navigator ™  sul lato o davanti alla lingua.


Dentaruoli 

Entra su Giocotherapy e scopri tutti i nostri prodotti per la Oral Motor Therapy


sabato 4 agosto 2018

Come utilizzare le Valvole blocco per cannucce

Ausili per bere


Scopri le nuove valvole bacio e baffi
 Valvole Blocco per 

Cannucce 

semplici ma efficaci dispositivi che favoriscono un corretto posizionamento della cannuccia tra le labbra. La valvola si inserisce nella parte superiore di una cannuccia per impedire all'individuo adulto o bambino di morderla o inserirla troppo nella cavità orale.

Inoltre le Valvole Blocco per Cannucce  possono essere utilizzate durante il training deglutitorio e di rieducazione della motricità linguale e labiale per:


  • allenare i muscoli della bocca
  • stimolare la retrazione linguale, 
  • favorire la chiusura delle labbra e la tensione nelle guance.

Le Valvole Lip Blok®  sono disponibili in 5 diverse tipologie:
  • flessibile (arancione)
  • flessibile morbida (viola)
  • flessibile morbida baffi/bacio 
  • con boccaglio diam. da ¾" (giallo), 
  • con boccaglio diam. da ½"  (azzurro),
  • con boccaglio diam. da ¼" (turchese). 

Valvole per cannucce

L'obiettivo è quello di iniziare a bere utilizzando la valvola gialla, viola, ma anche baffi o bacio che presenta il boccaglio più sporgente per poi progredire con quella blu e per finire con la valvola di colore turchese. In alternativa, è possibile accorciare gradualmente la punta della valvola flessibile (arancione, viola, baffi o bacio) per ottenere lo stesso risultato.



 Questa progressione aiuta i piccoli a ottenere gradualmente l'abitudine di inserire sempre di meno la cannuccia dentro la bocca senza morderla, favorendo il passaggio dei fluidi ed una giusta deglutizione.

 Quando solo ¼" di cannuccia viene inserita all'interno della bocca, il liquido viene depositato nella parte anteriore della cavità orale dove è più facile da gestire e dove ci sono meno probabilità di episodi di tosse o aspirazione accidentale. 

  Le Valvole Lip Blok® azzurro e turchese sono ottime per l'allenamento oro motorio, per stimolare la retrazione linguale, migliorare il tono muscolare labiale e delle guance. 


Le Valvole Lip Blok®  vengono utilizzate anche per pazienti adulti con disfagia oro-faringea.
Le valvole Lip Blok®  sono prodotte negli Stati Uniti e sono compatibili con la maggior parte delle cannucce flessibili usa e getta. Realizzate con materiale solido e resistente che non contiene piombo, ftalati, PVC, BPA, o lattice. Da non utilizzare con bevande gassate.  Lavabile in lavastoviglie a 180°. Non adatta al microonde.


Blocco per cannucce 

Giocotherapy vi presenta anche il Blocco per cannucce  - un dispositivo pensato appositamente per l'utilizzo con le cosi dette cannucce pazze o cannucce rigide, ma anche per cannucce con diametri più piccoli. 
Il Blocco per cannucce è disponibile in tre colori diversi, rosso e giallo per bambini e blu per adulti.

Si utilizzano anche assieme al Kit cannucce Talk Tools ottimo per il lavoro sulla retrazione linguale e i movimenti incontrollati della lingua.

Ricordiamo che il lavoro con le cannucce favorisce lo sviluppo delle abilità orali motorie e la differenziazione e il controllo dei movimenti degli organi oro-facciali sia nel bambino sano che nel bambino affetto da malformazione labio-palatinasindrome di Pierre Robin, o altre anomalie che coinvolgano il palato molle, inoltre cannucce di piccolo diametro favoriscono l’attivazione dei movimenti labiali di protrusione (arrotondamento) utili alla pronuncia di suoni quali: vocali chiuse /o/ /u/ e allenano la contrazione labiale nella pronuncia di /p/ /b/ /m/, favorendo la chiusura delle labbra e il controllo della perdita di saliva.


Articoli correlati:

I vantaggi del utilizzo delle cannucce nella terapia di oral motor 

Kit soffio Talk Tools




venerdì 1 dicembre 2017

Oral Motor Therapy e Massaggio oro facciale con massaggiatori a vibrazione

Massaggio orofacciale con massaggiatori endorali 
Dn Z-Vibe e Z-Grabber™



Nelle patologie del cavo orale in cui il sintomo è dovuto ad ipofunzione muscolare, gli esercizi riabilitativi consistono fondamentalmente in massaggi muscolari eseguiti con massaggiatori  a vibrazione. Tale intervento si rivolge fondamentalmente a difetti funzionali e non anatomici per i quali e molto spesso utile un intervento chirurgico.
Dal punto di vista pratico, il massaggio effettuato con massaggiatori endorali è da preferire al massaggio manuale perché permette un intervento programmabile per frequenza ed ampiezza di vibrazione e quindi la scelta della stimolazione più utile per il ripristino della funzionalità muscolare del soggetto.

I sintomi in cui più frequentemente è indicato l'uso del massaggiatore a vibrazione sono: il sigmatismo, il otacismo e le rinolalie dove il difetto articolatorio è legato principalmente ad una inadeguata elasticità dei muscoli che presiedono all'attività articolatoria delle sibilanti, delle vibranti e delle nasali.
Giocotherapy vi presenta il DnZ-Vibe Z-Grabber™ due apparecchi senso-motori orofacciali  progettati e realizzati interamente negli Stati Uniti, appositamente per l'utilizzo nel l'ambito della Oral Motor Therapy, in grado di fornire una vibrazione oro-sensoriale dolce di stimolazione ed esplorazione  delle labbra, guance, palato duro, velo palatino e lingua.
Il DnZ-Vibe viene fornito con la testina DnZ Vibe-probetip. Dovete avvitate semplicemente la testina sul manico, girate l'estremità distale per far partire la vibrazione e siete pronti per iniziare la vostra terapia.

Il massaggiatore DnZ-Vibe con il suo design molto semplice e versatile, disponibile in vari colori pastello, può essere utilizzato con una o due testine che si avvitano sulle due estremità.
Si inizia con l'utilizzo della testina DnZ Vibe-probetip. Girando l'estremità opposta il massaggiatore può essere acceso o spento. Se utilizzato correttamente, saliva, alimenti o acqua non possono penetrare al interno del massaggiatore e danneggiarlo. 

Le due estremità si possono utilizzare anche simultaneamente. Per esempio mettete  la DnZ Vibe-punta fine rigida da una parte,  e  Dn Z-Vibe-cucchiaino sensory da un'altra parte. Usate la punta fine per stimolare la lingua, le rughe palatali e papilla retroincisiva, e poi girate il DnZ-Vibe  è utilizzate il cucchiaino per esercizi di deglutizione.
Z-Grabber™ è uno strumento innovativo che combina la vibrazione e la versatilità del DnZ VIbe con le caratteristiche dei dispositivi Grabber.



Per le persone che hanno bisogno della vibrazione e stimolazione sensoriale, utilizzate Z-Grabber™ nel lavoro di transizione tra la terapia con i dispositivi Ark Grabber-  per migliorare le capacità di mordere e addentare,  e la terapia con la vibrazione del DnZ VIbe. 
Il DnZ-Vibe quanto il Z-Grabber™ si possono utilizzare con una grande varietà di accessori differenti tra loro per dimensione, forma, colore, caratteristiche (morbide, rigide), strumenti che offronvari input sensoriali di stimolazione, esplorazione dei vari distretti intra o extra orali, correzioni e miglioramenti di posture viziate....

Il DnZ-Vibe e il Z-Grabber™ aiutano a:

  • Migliorare la capacità propriocettiva;
  • Aumentare e migliorare il tono, il controllo e la coordinazione muscolare oro facciale;
  • Migliorare il controllo volontario sulla lingua e labbra;
  • Contribuisce ad eliminare atteggiamenti viziati (succhiamento del dito, del ciuccio, perdurare dell’alimentazione attraverso la tettarella del biberon)....


Consigli:
  • Prima di utilizzare il DnZ-Vibe sul paziente provatelo su di voi per verificare i vari livelli di vibrazione (profonda, media o leggera), le sensazioni ricevute in rapporto delle consistenze e la pressione da applicare nei vari distretti.
  • Iniziate con una vibrazione molto leggera per aumentare successivamente anche in rapporto della tollerabilità di ogni paziente.

  • Con i bambini più piccoli utilizzate la Testina Popette con un Lecca-Lecca o le testine animaletti (Z Vibe- testina caneZ Vibe- testina gattoZ Vibe- testina topo); fategli vedere il funzionamento  da lontano o utilizzando per la dimostrazione la Marionetta didattica"Bocca" o Marionetta Mini bocca. Poi applicate la vibrazione sul bambino partendo dalle mani, le braccia per arrivare sul viso. 
  • Per i pazienti che proprio non accettano la vibrazione provate  prima con altri oggetti che vibrano (Insetto Hexbug Nano).  Scherzando o giocando a nascondino i bambini si rilassano e accettano volentieri la terapia con la vibrazione.
  • Quando il paziente è pronto, iniziate la terapia con piccole sedute, applicando la vibrazione sulle guance, sulle labbra e all'interno del cavo orale.

Troverete tanti altri consigli e indicazioni leggendo il libro Tecniche e consigli per l'utilizzo del Z Vibe,  DNZ - Vibe ®  e Z- Grabber ™ scritto da Debra C. Lowsky- la logopedista che sta dietro  tutti i prodotti ARK. Questo libro è una vasta guida di riferimento che spiega come, quando e dove utilizzare il Z - Vibe ® , DNZ -Vibe ® , Z - Grabber ™ e tutti i loro vari accessori. Al momento il libro è disponibile solo in lingua inglese.


DnZ-Vibe e Z-Grabber™ sono adatti per bambini con PCI, Sindrome Down, con trisomia 21, bambini autistici, per adulti con problemi cerebrovascolari e molte altre problematiche. 


DnZ-Vibe e Z-Grabber™:
  • funzionano con una batteria realizzata appositamente per questi massaggiatori, prodotta sempre negli Stati Uniti e fornite dal distributore.
  • insieme ai vari accessori si sterilizzano a freddo con disinfettanti liquidi di tipo PureGreen24 o utilizzando le  pulitrici (es: Sterilizzatrice UVSterilizzatrice ad ultrasuoni senza riscaldamento)
  • tutti i prodotti ArK Therapeutic sono realizzati con materiali di qualità e non contengono piombo, ftalati, PVC, BPA, o lattice.
Su Giocotherapy nelle categorie: Oral Motor Therapy e Disfagia infantile troverete tanti altri prodotti associati che renderanno le vostre sedute di terapia più facili.

Vibratore per tamponi orali TalkTools

Ritorneremo con altre indicazioni ed esempi sull'utilizzo dei prodotti a vibrazione.

Nel frattempo vi auguriamo buon lavoro!