venerdì 7 marzo 2014

FLEXITABLE -valido strumento a sostegno dei alluni e sopratutto dei bambini dislessici o autistici

Giocotherapy vi presenta un nuovo prodotto:

FLEXITABLE
 Una novità che arriva dal' Inghilterraingegnosa e facile da utilizzare, un valido strumento a sostegno dei alluni e sopratutto dei bambini dislessici o autistici per facilitare l'apprendimento delle tabelle. 


  • Sei un genitore che vuole aiutare il proprio bambini a migliorare le prestazioni in matematica ?
  • Sei un insegnante alla ricerca di un sussidio per la matematica, valido e a basso costo ?
  • Sei un insegnante di sostegno che lavora con bambini autistici o alunni dislessici che vuole un prodotto facile da usare e manipolare che aiuta anche a migliorare la motricità e la coordinazione e la motricità fine?
    Dai un occhiata alle tabelle FLEXITABLE
Tabella per addizioni: 
 

Tabella per Moltiplicazione e divisione:


E' fondamentale che i bambini conoscano i principi di base della matematica - come moltiplicazioni e divisioni, addizioni e sottrazioni. Le griglie Flexitable aiutano ogni studente ad imparare e ricordare con facilità l’applicazione delle regole.


Cosa sono i Flexitable ?

Flexitable sono tabelline  normali per le moltiplicazioni o grafici matematici,  realizzate in morbida plastica flessibile ma molto resistente, un modo efficace e una risorsa  low tech  per l'insegnamento della matematica .

video




Tabella in materiale plastico, pieghevole per evidenziare una particolare operazione. Questa griglia mostra il rapporto tra frazioni e le percentuali sulla faccia anteriore con i valori decimali equivalenti sul retro. Piegando la griglia lungo le linee verticali i bambini possono scoprire che un quarto è uguale a 25% e 0,25 ecc e piegando ripetutamente le griglie possono trovare le frazioni equivalenti, percentuali e decimali che compongono 1









Entra su Giocotherapy e scegli la tabellina che fa per te: 

http://www.giocotherapy.it/94-aritmetica-e-numeri?p=2                       


mercoledì 5 marzo 2014

Cosa dicono i nostri amici.....

La madre speciale 

«Vi è mai capitato di chiedervi come vengano scelte le madri di figli disabili?
In qualche maniera riesco a raffigurarmi Dio che dà istruzioni agli angeli, che prendono nota in un registro gigantesco.
“Armstrong, Beth, figlia. Santo patrono Matteo”.
“Forest, Marianne, figlia. Santa patrona, Cecilia”.
“Rutger, Carrie, gemelli. Santo patrono… diamo Gerardo. 
E’ abituato alla scarsa religiosità”.
Finalmente, passa un nome a un angelo e sorride: “A questa, diamole un figlio disabile”.
L’angelo è curioso. “Perché a questa qui, Dio. E’ così felice”.
“Esattamente”, risponde Dio sorridendo. “Potrei mai dare un figlio disabile a una donna che non conosce l’allegria? Sarebbe una cosa crudele”.
“Ma ha pazienza?”, chiede l’angelo. “Non voglio che abbia troppa pazienza, altrimenti affogherà in un mare di autocommiserazione e pena. Una volta superati lo shock e il risentimento, di sicuro ce la farà”.
“Ma, Signore, penso che quella donna non creda nemmeno in Te”.
Dio sorride. “Non importa. Posso provvedere. Quella donna è perfetta. E’ dotata del giusto egoismo”.
L’angelo resta senza fiato. “Egoismo? E’ una virtù?”.
Dio annuisce. “Se non sarà capace di separarsi ogni tanto dal figlio, non sopravvivrà mai. Sì, ecco la donna cui darò la benedizione di un figlio meno che perfetto. Ancora non se ne rende conto, ma sarà da invidiare.
Non darà mai per certa una parola. Non considererà mai che un passo sia un fatto comune. Quando il bambino dirà ‘mamma’ per la prima volta, lei sarà testimone di un miracolo e ne sarà consapevole. Quando descriverà un albero o un tramonto al suo bambino cieco, lo vedrà come poche persone sanno vedere le mie creazioni.....

Dal blog di una mamma speciale: http://www.guardaconilcuore.org/